INTERVIEWS, PHOTOGRAPHY

INTERVIEW WITH JAIRO ALVAREZ

24 Giu 2015
http://www.itintandem.com/it/interview-with-jairo-alvarez/

Jairo Alvarez è un giovane talentuoso fotografo argentino, le sue fotografie ricordano i quadri di Renè Magritte, trasformando la realtà in qualcosa di surreale. E’ proprio la particolarità e l’arte espressa nelle sue immagini ad averci incuriosito.

Come ti sei avvicinato al mondo della fotografia? Com’è nata questa passione?
Fin da bambino mi piaceva disegnare, lo facevo ogni giorno, inventando i miei personaggi. Diventando più grande la passione si spense a poco a poco… fino a quando al liceo mi sono interessato alla fotografia come dilettante, scattando foto con il mio cellulare e la mia macchina fotografica compatta. E ‘stato solo quattro anni fa, quando ho cominciato ad essere veramente coinvolto in questa arte, iniziando a imparare da autodidatta. La fotografia mi ha permesso di ritrovare quella passione per creare qualcosa di nuovo, simile a quello provavo con il disegno. Oggi tutte le mie foto nascono da disegni, schizzi dove l’idea prende forma.
How did you approach the world of photography? How did this passion?

Since childhood I liked to draw, he did every day, inventing my own characters. As I got older it trailed off, quit gradually … until high school I became interested in photography as an amateur, taking pictures with my cell phone and my compact camera. It was only four years ago when I started to really get involved in this art, starting to learn self-taught. Photography allowed me to regain that passion to create something new, similar to that felt when drawing. Today all my photos are born of drawings, sketches where the idea takes shape.

Preferisci il digitale o l’analogico?
Dire che preferisco la fotografia analogica sarebbe assurdo per me, perché tutte le mie foto online sono state scattate con la fotografia digitale. Ma riconosco una grande attrazione per le pellicole, la sua estetica e la sua magia. Mentre l’era digitale consente una maggiore praticità e fluidità quando si lavora, sto esplorando la possibilità di iniziare a lavorare alternando analogico e digitale.

Do you prefer digital or analog?
Say I prefer analogue photography would be absurd for me because all my online photos were taken with digital photography. But I recognize a great attraction for film photography, its aesthetics and its magic. While the digital era allows greater practicality and fluidity when working, I am exploring the possibility of starting to alternate work in film.

Cosa cerchi di catturare quando scatti e cosa vuoi trasmettere a chi osserva i tuoi lavori?
Cerco realizzare un’idea che ho in mente, nel mio notebook. Trasmettere una sensazione, raccontare una storia senza tempo cronologico preciso, ma che a sua volta faccia riferimento a situazioni di vita quotidiana della gente.
What are you looking for when you are shooting and what do you want to transmit to the viewer?

I am seeking out an idea that I have in my mind, in my notebook. Convey a feeling, tell a story without a definite chronological time but which in turn refer to everyday situations of people.

Le tue foto hanno sempre uno sfondo surreale, quasi onirico. Dove trovi l’ispirazione?
Mi piace giocare sulla linea del reale e il surreale. Generare una scena in cui non tutto si chiude perfettamente. Trovo ispirazione in situazioni quotidiane che vivo, osservando tutto intorno a me, i viaggi e altri rami dell’arte.
Your photos always have a surreal background, almost dreamlike. Where do you find inspiration?

I like playing on the line of the real and the surreal. Generating a scene in which not everything closes perfectly. I find inspiration in everyday situations I live, observing everything around me, traveling and other branches of art.

Quanto è importante la post produzione nel tuo lavoro?
Cerco di dare importanza a ciò che richiede ogni idea. Ciò che si può fare realisticamente non è opportuno farlo in post. Questa via potrebbe non essere la più veloce e semplice, ma rende i risultati più genuini. La postproduzione spesso mi dà la possibilità di varcare la soglia del reale-surreale, e per questo è importante. Non tutte le mie idee si adattano con la realtà che percepiamo con i nostri occhi.
How important is the post production in your work?
Attempt to have only the importance that requires each idea. What can be done realistically do not consider it appropriate to do it in post. This path may not be the fastest or simple, but it throws me the most genuine results. The postproduction often gives me the chance to cross the threshold of the real-surreal, and that’s why it’s important. Not all my ideas fit with reality as we perceive our eyes.

Un fotografo che ami particolarmente?
Possono essere artisti? Il pittore belga René Magritte e l’artista polacco Pawel Kuczynski. Mi piace anche il lavoro del fotografo svedese Erik Johansson.
A photographer you love most?
They can be artists? The Belgian painter René Magritte and the Polish artist Pawel Kuczynski. I also like the work of Swedish photographer Erik Johansson.

Quali sono i tuoi progetti futuri? Dove ti vedi tra 10 anni?
In meno di due mesi prenderò un aereo per l’Europa per un tour che durerà tre mesi inizialmente. Ho vinto una borsa di studio artistica presso La Macina di San Cresci nella bella Toscana. Lavorerò su una serie di fotografie come parte di un progetto congiunto con altri artisti, i comuni della regione e l’Università di Firenze. Inoltre visiterò Stoccolma, diverse città in Italia, Francia, Spagna e magari anche Londra. Insegnerò ad un seminario a Madrid nel mese di ottobre.
Se vuoi aiutarmi a realizzare questo sogno è possibile farlo attraverso la campagna di Crowdfunding (www.ozcrowd.com), ricevendo in cambio una copia stampata. Per questo motivo i prezzi sono un po’ bassi.
L’idea è quella di creare immagini in molte di queste città, quindi se siete interessati a lavorare con me, ospitarmi o uscire insieme, contattatemi.
Non so cosa ne sarà della mia vita, entro tre mesi, ancora meno cosa succederà tra 10 anni. Quello che mi auguro è che è sempre creare e con un sorriso.
What are your future plans? Where do you see yourself in 10 years?
In less than two months I will be taking a plane to Europe for a tour that will last three months initially. I won a fellowship artist residency at La Macina di San Cresci in the Italian beautiful Tuscany. I’ll be working on a series of photographs as part of a joint project with other artists, municipalities in the region and the University of Florence. In addition I will be visiting Stockholm, several cities in Italy, France, Spain and possibly London. I will be teaching a workshop in Madrid in October.
If you want to help me fulfill this dream you can do it through the Crowdfunding campaign (www.ozcrowd.com) , receiving in return a printed copy. For this reason the prices are a little down.
The idea is to create pictures in several of these cities, so if you’re willing to work with me, host me or hang out, contact me.
I do not know what will become of my life within three months, much less know what will happen in 10 years. What I hope is that it is always creating and with a smile.

Per concludere, consigliaci un film e un libro.
9 reinas (nove regine) (old Argentinian film) e The Power of Now di Eckhart Tolle.
Finally, reccomend us a film and a book.

9 reinas (nine queens) (old Argentinian film) and The Power of Now by Eckhart Tolle.

Contact:
Website: www.jairoalvarez.com
Facebook page: jairoalvarezphotography
Instagram: jairoalvarezphotography
Flickr: jairoalvarez

JairoAlvarez0 JairoAlvarez1 JairoAlvarez2 JairoAlvarez3 JairoAlvarez5 JairoAlvarez6 JairoAlvarez7 JairoAlvarez8 JairoAlvarez9 JairoAlvarez11 JairoAlvarez14 JairoAlvarez15 JairoAlvarez18 JairoAlvarez19

All images © Jairo Alvarez

 

You Might Also Like